Come anticipato nel precedente articolo Cosa portare sempre con te, la nostra intenzione è quella di creare un kit E.D.C (every day carry) di oggetti indispensabili, il più possibile flessibile e adatto alle circostanze del caso.

Andando a mantenere quegli strumenti che abbiamo individuato come componente fissa del nostro kit e aggiungendo gli strumenti o gadget che varieranno ogni volta che lo scenario lo richiederà.

Oggi abbiamo deciso di parlare dello scenario più vicino a tutti noi e con cui tutte le nazioni del Globo stanno combattendo, ognuna a proprio modo nel bene e nel male: la Pandemia Covid-19.

Facciamo un bel respiro

In questo caso, potremmo tranquillamente dire che la realtà supera di molto la fantasia.

Per quanto ormai tutti ci siamo abituati a fare i conti con la nuova normalità è molto importante in questo momento tracciare una linea sul terreno.

Cercare di discernere quello che siamo ora da quello che che eravamo prima dell 11 Marzo, ovvero da quando i blocchi del lock down sono scattati per noi tutti, nel nostro paese.

Cosa è successo?

Sono passati meno di 2 mesi da quel giorno (11/03/2020) eppure tutto è cambiato.

Vorrei stimolare a pensare coloro che erano del tutto impreparati, e che mai avrebbero immaginato ad una simile eventualità, ponendo loro poche semplici domande.

  • Chi, alla data del 22 Gennaio (scatta il lock down per la città di Wuhan in Cina, e decine di milioni di persone vengono messe in quarantena) ha pensato che le cose si stavano mettendo male?
  • Chi, avrebbe mai pensato che le cose sarebbero cambiate così in fretta?
  • Chi, avrebbe mai pensato che una pandemia sarebbe stata possibile oggi nel XXI secolo, con tutte le tecnologie oggi disponibili al nostro servizio?
  • Chi avrebbe mai pensato che i nostri diritti fondamentali sarebbero mai stati messi in discussione in questo modo?
  • Cosa abbiamo imparato?

La risposta alle prime 4 domande è sempre la stessa: poche persone si sono accorte di quanto stava per accadere.

La motivazione è molto semplice. Tendiamo sempre a minimizzare il rischio, sopratutto se tale rischio in quel dato momento è dall’altro lato del pianeta.

Questo avviene perchè siamo portati a farlo, perchè non prestiamo attenzione e non diamo importanza ai segnali che spesso sono presenti in quantità.

La risposta alla quinta domanda è: tutti noi abbiamo imparato e stiamo imparando qualcosa.

Cosa abbiamo imparato dall’11 Marzo 2020 ad oggi ?

Certamente qualcosa lo abbiamo imparato e probabilmente non lo dimenticheremo mai, a partire da quanto velocemente le cose possono volgere al peggio senza che ce ne possiamo rendere conto.

Probabilmente molti avranno anche imparato che vale la pena investire un pò di tempo in preparazione di base e nel prestare attenzione a quanto accade dall’altra parte del mondo, sopratutto se quel mondo è regolato dalla globalizzazione dove milioni di persone ogni giorno si spostano di migliaia di Km per fare affari o semplicemente per un viaggio di piacere.

Un altra lezione che tutti dovremmo imparare, è, che quando la pandemia sarà alle nostre spalle, varrà la pena di mettere nella nostra cara dispensa una scorta (anche piccola ma essenziale) di mascherine e disinfettante.

Questa semplice ma importante azione, ci garantirà uno spazio di manovra permettendoci di allentare lo stress del momento, evitando di lasciarci andare in preda al panico e correre a saccheggiare farmacie e supermercati con l’unico risultato concreto di metterci in situazioni ad alto rischio.

Cosa possiamo realmente fare in situazioni come queste?

Un’ altra cosa che dobbiamo imparare e capire è che in queste situazioni, le azioni che possiamo intraprendere per tutelarci al meglio non sono molte (uso dei DPI, igiene personale e distanziamento sociale)

Possono tuttavia fare la differenza, e se siamo preparati al rischio pandemico inizieremo per tempo ad implementare quelle pratiche che possono metterci al sicuro.

Non mi resta che illustrare la nostra scheda E.D.C. (every day carry), cosa portare sempre con te durante una Pandemia.

Ecco il nostro kit Pandemia

Parte Fissa E.D.C.

Parte Variabile E.D.C. per tutti

Parte Variabile E.D.C. per spostamenti di lavoro

Se dobbiamo spostarci per lavoro in questo particolare contesto, non dimentichiamoci che può essere molto difficile reperire qualcosa da mangiare.

Gli snack che fanno parte della parte fissa del vostro kit potrebbero non bastare.

A tal fine organizziamoci di conseguenza inserendo nel nostro kit quanto serve:

  • 1 tupperware
  • 1 porzione di cibo in busta che abbiamo acquistato in precedenza (molti marchi ormai producono cibi sani e genuini monoporzione, ottimi anche dal punto di visto igienico e dello spazio occupato nel vostro zaino)
  • posate usa e getta
  • 1 tovagliolo di carta

In vendita su Amazon

Torcia a Led

Torcia elettrica led economica Economica ma Efficace

Kit Pronto Soccorso

kit di sopravvivenza

Essenziale e portatile

Mascherine chirurgiche

mascherine chirurgiche coronavirus Proteggi te e chi ti sta intorno

Coperta di Sopravvivenza

coperte sopravvivenza Utile in ogni situazione!